Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito usa cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Qui sotto trovi l’informativa completa e le indicazioni per disattivare o rimuovere i cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Cookie

I cookie sono stringhe di testo che raccolgono e memorizzano informazioni sulla navigazione per essere poi ritrasmessi alla successiva visita da parte dell’utente.

I cookie si distinguono in tecnici e di profilazione, e in cookie di prime parti e di terze parti, a seconda del soggetto che li installa.

Cookie tecnici

I cookie tecnici servono per “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente di erogare tale servizio” (cfr art. 122 comma 1 del Codice della privacy) e possono essere di navigazione, analitici e di funzionalità.

Per questa tipologia di cookie NON è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono utilizzati per la trasmissione di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

Cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono quelli istallati per conto del gestore del sito da siti differenti.

Per questa tipologia di cookie è richiesto il consenso dell’interessato.

I cookie installati da questo sito.

Il sito ha al proprio interno i seguenti cookie:

Per disattivare, rimuovere o bloccare i cookie è possibile ricorrere alle impostazioni del browser, secondo le loro indicazioni:

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Opera

PREMIO PAESAGGIO: L’ITALIA PRESENTA ALL’EUROPA LA RINASCITA DEI BENI CONFISCATI ALLE MAFIE

Categoria // Green Practice

Il progetto "La rinascita dell'alto Belice Corleonese dal recupero delle terre confiscate alla mafia" è stato scelto tra 77 proposte e rappresenterà l'Italia in sede europea.

Megliopossibile - Premio Paesaggio: l’Italia presenta all’Europa la rinascita dei beni confiscati alle mafie
Megliopossibile - Premio Paesaggio: l’Italia presenta all’Europa la rinascita dei beni confiscati alle mafie
La rinascita dei beni confiscati alle mafie sarà protagonista della terza edizione del Premio Paesaggio del Consiglio d'Europa. Questo riconoscimento viene assegnato alle realtà territoriali (appartenenti ai Paesi Ue che hanno approvato la Convenzione europea del paesaggio) che mettono in campo politiche per una gestione paesaggistica sostenibile e duratura nel tempo.

Per rappresentare l'Italia, è stato scelto - tra le 77 candidature giunte alla direzione generale del Premio - il progetto "La rinascita dell'alto Belice Corleonese dal recupero delle terre confiscate alla mafia", realizzato dalla Cooperativa Placido Rizzotto e presentato da "Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie".

Grazie a questa iniziativa, ormai consolidata, i terreni sottratti ai boss mafiosi del corleonese, dopo anni di abbandono, ritornano a vivere, vengono coltivati e valorizzati. Non solo. Acquisiscono anche un importante valore sociale, dando lavoro a persone svantaggiate e avvicinando i giovani a un'agricoltura rispettosa dell'ambiente e del territorio. Si tratta, quindi, di un esempio di equilibrio virtuoso tra incentivazione allo sviluppo economico, equità sociale, partecipazione pubblica e rispetto per l'ambiente.

Il progetto è stato scelto dalla Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanea del Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con una commissione di esperti. L'iniziativa è stata reputata all'unanimità particolarmente meritoria per l'eccellenza del metodo su cui si fonda, nonché conforme ai principi enunciati dalla Convenzione Europea del Paesaggio e rispondente ai quattro criteri indicati dal Consiglio d'Europa (riportati nel regolamento del Premio): sostenibilità, esemplarità, partecipazione, sensibilizzazione.

Entrando nel dettaglio:

Sostenibilità: con il recupero e il restauro dei manufatti rurali, il ripristino di antiche colture, la ripresa consapevole di tradizioni e sapienze locali, il progetto assicura il mantenimento dei caratteri degli insediamenti storici e dei loro contesti ambientali.

Esemplarità: le pratiche di gestione attuate nel corleonese fungono da prototipo, come esperienze pilota, per le attività svolte da altre cooperative confederate con Libera, in Puglia, Sicilia, Calabria.

Partecipazione: i criteri democratici posti alla base della cooperativa di lavoro sono essi stessi motore di partecipazione, come dimostrano il coinvolgimento delle istituzioni pubbliche e delle realtà locali, i campi di volontariato organizzati dai giovani, l'attivazione di una rete di divulgazione e scambio di esperienze.

Sensibilizzazione: le esperienze di lavoro e d'impresa promosse da Libera, sono la base di divulgazione di buone pratiche.

Ora il progetto dovrà confrontarsi con le proposte presentate dagli altri Paesi europei che hanno partecipato al bando. Per maggiori informazioni, www.premiopaesaggio.it
La Redazione

Pubblicato:

Giovedì, 18 Luglio 2013

Condividi:

blog comments powered by Disqus