il primo magazine sulla sostenibilità applicata

OMBRELLI GENERAZIONE 2.0

Mono-materico, sostenibile, impermeabile, pratico, flessibile e riciclabile: l’ombrello Ginkgo.

L’idea di un nuovo concept per un ombrello è nata da un’esigenza quotidiana, come racconta il suo primo ideatore Federico Venturi: “La mia ragazza un giorno ha detto che avrebbe voluto un ombrello "di gomma" intendendo dire "un ombrello che non si rompe mai" e io ho pensato che fosse una grande intuizione, che ci fosse un vero problema da risolvere e che il design poteva risolverlo.”

Il progetto ha cominciato a configurarsi grazie all’apporto dei futuri soci di Gianluca Savalli, ingegnere meccanico, e di Marco Righi, ingegnere gestionale.

Ginkgo pesa 200 grammi ed è realizzato con un unico materiale, dal telo alle forcellette, all’asta: il polipropilene, resistente agli agenti chimici e alle sollecitazioni meccaniche, idrorepellente, leggero e riciclabile al 100%.

Lo studio approfondito volto alla funzionalità del design di questo oggetto ha portato alla riduzione dei pezzi con cui è realizzato rispetto ad un comune ombrello in commercio: da circa 120 a 20. Tutti gli assemblaggi, inoltre, non vengono più realizzati con viti o perni, ma tramite snap-fit, ovvero un insieme di elementi ad incastro per formare un fissaggio meccanico tra le parti.

In particolare le forcellette sono realizzate come un unico elemento; così si conferisce maggiore flessibilità e si diminuisce la probabilità di rottura per azioni meccaniche, ad esempio causate dal vento.

A differenza di altri ombrelli che non prevedono un possibile riciclo, poiché lo smontaggio risulta difficoltoso, e tanto meno una possibile riparazione, l’ombrello Ginkgo è pensato per poter avere una seconda vita: infatti può essere facilmente riparato grazie all’ utilizzo degli snap-fit, oppure riciclato al 100%. 

Photo credit: http://ginkgoumbrella.com/it/modelli/#prettyPhoto[gallery1]/2/

 

 

0
0
0
s2sdefault

Dalla chiocciola al green building


Architettura Sostenibile


di Isabella Goldmann
e Antonella Cicalò

Un libro a cura di

MeglioPossibile


per conoscere e riconoscere l'architettura del futuro

Edizioni FAG Milano

vai ai dettagli